CORRECTOR > HOME

L’apprendimento della grammatica è uno degli aspetti più importanti dell’apprendimento di una lingua straniera, poiché la piena comunicazione non può avvenire in assenza di un correttore ortografico italiano. Non c’è dubbio che la conoscenza delle regole grammaticali è necessaria per una buona conoscenza della lingua. La domanda costante degli ultimi anni è se dovremmo insegnare le regole negli esercizi o se è meglio che gli studenti imparino intuitivamente la grammatica nel processo di attività comunicativa, invece di impararla attraverso esercizi speciali mirati all’apprendimento dell’una o dell’altra regola.

Nel corso degli anni, nessuno degli aspetti dell’insegnamento delle lingue è stato oggetto di discussioni e discussioni così intense come la grammatica. La grammatica è stata intesa in modo diverso, ha svolto e continua a svolgere un ruolo ineguale non solo nell’insegnamento delle lingue native o straniere, ma in generale nel sistema educativo dei singoli paesi del mondo.

PERCHÉ È COSÌ IMPORTANTE CAPIRE LA GRAMMATICA DELLA LINGUA ITALIANA?

LA CONOSCENZA DELLA GRAMMATICA ITALIANA OFFRE AD UNA PERSONA LE SEGUENTI POSSIBILITÀ

In primo luogo, mentre si comunica con un madrelingua italiano, lo capirete. Vi sorprenderà piacevolmente, ma è piacevole per qualsiasi persona di lingua italiana comunicare quando vede che il suo interlocutore parla correntemente anche la sua lingua.

In secondo luogo, se si ha conoscenza della grammatica italiana, non sarà difficile per voi capire di cosa state parlando. Non sarete confusi, per esempio, sentirete un verbo sbagliato o una parola per il futuro.

La terza ragione per conoscere la grammatica inglese è guadagnare fiducia in se stessi. È molto più facile pensare di conoscere l’italianoe parlarne con gli altri quando ci si rende conto di avere tutte le regole grammaticali necessarie.

COSA FARE PER MIGLIORARE IL LIVELLO DI GRAMMATICA ITALIANO?

LA RISPOSTA È SEMPLICE – LAVORARE SU DI ESSA

E’ necessario fare uno schema chiaro per te stesso, secondo il quale le frasi affermative, negative e interrogative sono costruite in lingua italiana. Se è difficile per te stesso farlo, usa il correttore grammaticale di Internet. In esso si possono trovare molti esempi di come vengono utilizzati i tempi e le frasi in inglese sono costruite in una forma o nell’altra.

Inoltre, cercate di leggere di più tutti i tipi di letteratura. Durante la lettura, cerca di prestare attenzione a come vengono utilizzati i tempi e come vengono costruite le frasi. Leggere non solo aiuta a migliorare le abilità grammaticali, ma anche ad acquisire un nuovo vocabolario.

Un ottimo modo per migliorare la vostra alfabetizzazione in italiano è pensare. Se siete un po ‘, ma sistematicamente cercare di pensare in italiano, formulare i vostri pensieri e rispondere a loro, essere sicuri, il risultato non richiederà molto tempo per aspettare.

Quelle persone che credono che la grammatica in lingua italiana non è necessaria, si sbagliano di molto.

La grammatica della lingua si impara naturalmente, oltre che a piedi, attraverso esperienze e tentativi; senza la necessità di un tempo speciale dedicato a questo apprendimento, succede.

LO STUDIO DELLA GRAMMATICA A SCUOLA AMPLIFICHERÀ QUESTA CONOSCENZA CHE IL BAMBINO HA GIÀ.

Dovresti aver capito che la lingua scritta ha un prestigio maggiore della lingua parlata, perché la lingua scritta è sempre stata associata alla grammatica normativa (quella che detta regole). Separare la lingua parlata dalla lingua scritta contribuisce a far sì che il discorso sia visto come un’istituzione senza grammatica, per questo motivo, la lingua scritta è considerata il riferimento per un uso corretto della lingua; con conseguente sopravvalutazione della scrittura e svalutazione del discorso.

Nelle scuole, la lingua viene insegnata per iscritto della varietà standard, quindi non corrisponde a ciò che è esattamente. L’impressione che abbiamo è che la lingua insegnata non è la lingua che effettivamente parliamo. Il risultato è uno shock causato dalla differenza tra l’italiano usato nella vita familiare, nella lingua di tutti i giorni, spontaneo e la lingua appresa a scuola.

Questo perché la lingua insegnata a scuola è la lingua standard o italiano standard, la lingua che lo studente porta con sé fa parte di un’altra varietà (tipo), che di solito porta con sé preconcetti perché è molto diversa dall’ideale standard portoghese.

È necessario che lo studente sappia che alcune varietà possono dargli una buona immagine, mentre l’uso di altre, può dargli un’immagine negativa.

Professore di linguistica, sottolinea che la funzione della scuola è quella di insegnare l’italiano standard o di fornire le condizioni per questo apprendimento.

SAI COS’È E COM’È LA GRAMMATICA?

Come definito dal Dizionario, la grammatica è lo studio o il trattamento dei fatti della lingua parlata e scritta, e delle leggi naturali che la regolano. Oltre a presentare le regole, la grammatica ha anche la funzione di analizzare le strutture che il parlante di una lingua ha programmato nella sua memoria e che gli permettono di utilizzare la sua lingua. Inoltre, la grammatica ha anche la funzione di descrivere il sistema di una lingua.

Poiché si tratta di un trattato che presenta gli standard linguistici, molte persone hanno un’idea sbagliata della funzione della grammatica. Anche se determina le condizioni d’uso della lingua, soprattutto l’uso in forma scritta, la grammatica non è una disciplina che cerca di stabilire “giusto” e “sbagliato” nelle pratiche discorsive, poiché tale visione coprirebbe solo l’analisi della norma colta della lingua. È fondamentale considerare che il linguaggio non è solo un mucchio di regole che devono essere seguite alla lettera dagli oratori, individui formati da idiosincrasie che non consentono alcun tipo di standardizzazione comportamentale.

Sappiamo che la lingua è un elemento dinamico, un importante strumento di comunicazione che dovrebbe essere sempre a disposizione dei parlanti e, quindi, ignorare le numerose varianti linguistiche non farebbe che corroborare il pregiudizio linguistico, comportamenti che escludono l’importanza del sociale e per la formazione di una lingua. Alla luce di queste domande, si dovrebbero ora conoscere le peculiarità che compongono i diversi tipi di grammatica:

  • Grammatica normativa: stabilisce le norme per parlare e scrivere correttamente. Essa considera solo la lingua esemplare, cioè la forma scelta tra le varie forme di linguaggio che costituiscono la lingua storica;
  • Grammatica descrittiva: si occupa della descrizione dei fatti della lingua, enfatizzando le variazioni linguistiche, e non solo di stabilire cosa è giusto o sbagliato;
  • Grammatica storica: ha lo scopo di studiare l’origine e l’evoluzione storica di una lingua. Sono gli studi diacronici della lingua;
    Grammatica comparativa: ha lo scopo di stabilire corrispondenze tra lingue diverse per stabilire le loro relazioni di parentela.

La grammatica si riferisce alla raccolta di regole, regolarità ed eccezioni che regolano una determinata lingua. La sua importanza sta nel fatto che serve come testo di riferimento a questioni riguardanti l’uso della lingua, per stabilire modi corretti di esprimersi o per analizzare questa lingua. La grammatica ha soprattutto un carattere descrittivo o prescrittivo, cioè si focalizza sullo svelare il modo in cui una particolare lingua viene usata, o sul modo in cui dovrebbe essere usata, tenendo conto degli usi più diffusi in una comunità di parlanti, le grammatiche sono solitamente testi molto specifici, di uso limitato.

Si può dire che uno degli aspetti che caratterizza l’umanità è il fatto di poter comunicare attraverso suoni articolati, suoni capaci di trasmettere nozioni di complessità e di sorprendente astrazione. Questa capacità si esprime principalmente nel parlato, essendo la scrittura una derivazione tecnica di essa, una derivazione di enorme importanza, ma soggetta all’oralità. In questo uso concreto che si fa della lingua ci sono regole comuni a tutte le lingue, regole che alcuni autori specializzati sono orientati a caratterizzare come geneticamente determinate; al contrario, altre regole dipendono da ogni lingua particolare, dando conto della varietà di esse.

La grammatica ha lo scopo di indicare quali sono le regole che ordinano ogni possibilità linguistica. Tuttavia, a volte ci possono essere varianti di essa che cercano di rendere conto dei principi che le regolano tutte. In ogni caso, la grammatica serve come mezzo per riflettere su quell’aspetto che è stato lasciato da parte, che è il linguaggio umano. Infatti, tutti la usiamo quotidianamente ed è proprio per questa circostanza che tendiamo a considerarla come una piccola cosa, essendo, al contrario, l’aspetto distintivo dell’umanità.

Queste valutazioni sono un po’ in disaccordo con quelle valutazioni che subordinano l’esistenza di una grammatica al solo fatto di generare norme di natura obbligatoria per un corretto uso della lingua. Questo uso è comune, ma una grammatica va ben oltre e si concentra anche sulla descrizione della lingua come fenomeno concreto.

Nel caso di una grammatica di tipo prescrittivo, il suo uso è di enorme antichità, un fatto che è sicuramente legato alla necessità di imparare lingue diverse da quella nativa; questa antichità, forse, le ha fatte apparire come l’unica o normale rispetto ad un testo di queste caratteristiche.

Potrebbe interessarti anche dettagli nel controllo ortografico e grammaticale.